I 20 temi

Tema
4/20
 

Autorizzare l'apertura di ristoranti o negozi di alimentari nel centro storico solamente ad esercizi che vendono principalmente prodotti locali.

Nel marzo scorso il sindaco di Firenze Dario Nardella e la sua giunta hanno introdotto una norma molto discussa. Per proteggere i prodotti del made in Italy, e in controtendenza rispetto alla deregulation degli ultimi anni, è stato stabilito che nel settore alimentare e ristorazione possono aprire solo esercizi commerciali in cui si vendono per il 70% prodotti toscani. La norma è stata giustificata come un modo per limitare l'invasione dei prodotti alimentari globali e per proteggere i valori culturali del cibo nel centro storico.

Pro L'Italia è famosa in tutto il mondo per il suo cibo e la sua tradizione alimentare. La decisione di autorizzare l'apertura solo di un certo tipo di esercizi commerciali, specie nel centro storico, è una scelta di buon senso. Non si tratta di discriminazione culturale. Si sta semplicemente valorizzando una delle cose che rendono le nostre città uniche nel mondo. Una scelta motivata anche dal tentativo di fermare il crescente numero di mini-market nel centro storico che vendono alcolici e che rimangono aperti fino a notte fonda.

Contro Si tratta di una discriminazione. Il mondo cambia, così come cambiano le tradizioni culinarie. Per esempio negli Stati Uniti la cucina fusion fra diverse tradizioni è un’opportunità da sfruttare e non un pericolo da evitare. Non si può cercare di bloccare un cambiamento inevitabile. Se l’obbiettivo è colpire i mini-market aperti tutta la notte che vendono alcolici, basta assicurarsi che questi abbiano le dovute licenze, senza danneggiare i ristoranti in regola che hanno l’unica "colpa" di cucinare cibo non locale.

La posizione dei nostri 25.214 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
ADINOLFI
ADINOLFI
Tendenzialmente favorevole
DI STEFANO
DI STEFANO
Tendenzialmente contrario/a
FASSINA
FASSINA
Contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
E’ importante salvaguardare i prodotti locali ma la ristorazione romana deve essere messa in grado di poter valorizzare e rielaborare le ricette e i prodotti di tutto il mondo. Roma anche in tema di cucina non può essere relegata ad un ruolo di testimonianza ma si deve lasciare spazio anche qui alla creatività e alla innovazione.
GIACHETTI
GIACHETTI
Favorevole
MARCHINI
MARCHINI
Tendenzialmente favorevole
MELONI
MELONI
Molto favorevole
MUSTILLO
MUSTILLO
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Vogliamo privilegiare attraverso un programma dettagliato di supporto le attività storiche e alle attività produttive romane e nazionali. In particolare vogliamo la difesa dei mercati, dei ristoranti, dalle grandi catene internazionali. Stesso discorso vale per l'artigianato e altri progetti che il PC ha realizzato in questi mesi.
RAGGI
RAGGI
Favorevole
RIENZI
RIENZI
Favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
MA DEVONO RISPETTARE LA DIGNITA' DELLA CITTà